giovedì 11 gennaio 2018

La Regione Basilicata riconosce la fiera “Expo Policoro”


La commissione consiliare regionale ha espresso parere favorevole a maggioranza (hanno votato favorevolmente i consiglieri Robortella, Lacorazza, Giuzio e Santarsiero –Pd e Soranno –Pp; si sono astenuti i consiglieri Benedetto –Cd, Romaniello –Gm e Perrino –M5s) su una delibera di Giunta regionale che attribuisce la qualifica di “Fiera generale regionale” alla manifestazione fieristica denominata “Expo Policoro”. “L’evento fieristico – si legge nella richiesta di autorizzazione da parte di ‘Eraclea eventi’ – fa parte di un progetto complessivo che l’azienda ha inteso promuovere al fine d’accompagnare lo sviluppo delle attività economiche e produttive locali, lo sviluppo delle relazioni commerciali ed economiche regionali, nazionali e dei processi produttivi. L’evento si svolgerà nel mese di agosto di ogni anno e nei giorni antecedenti il 15 agosto”.

Policoro Ideale: nel degrado ingresso Policoro Sud


“L’ingresso Policoro sud è nel degrado, si intervenga subito rispetto alle aree abbandonate, di proprietà comunale e di privati, sotto il castello baronale. La cartolina d’ingresso che dovrebbe essere la più bella in assoluto, vista la presenza del castello baronale è compromessa dallo stato di abbandono e degrado di una vasta area di proprietà del comune di Policoro, in passato utilizzata dall’Ing. Massocchi Giansilvio per la sede della sua azienda di costruzioni, da anni inutilizzata, priva di una manutenzione necessaria, oltre alla presenza di amianto, nocivo per la salute pubblica e gestita dal liquidatore dell’azienda storica policorese. Sono venute meno le ragioni dell’assegnazione in uso del passato, l’area torni nella piena disponibilità comunale e sia oggetto di un ripensamento funzionale”. Lo afferma in un comunicato stampa il movimento Policoro Ideale. “La presenza di attività ricettive, il parco archeologico ed il castello baronale impongono azioni “urgenti”, accompagnate da una richiesta “ferma e determinata” all’Anas, per il completamento della complanare, con la realizzazione del ponte sull’Agri da e per Scanzano Jonico e la necessaria mascheratura fonoassorbente per limitare il rumore e farlo rientrare nei limiti di legge. E’ tempo che il Comune di Policoro ritorni nella piena disponibilità di quelle aree, intervenendo con un progetto di rinaturalizzazione a verde, per il decoro dell’immagine della nostra città. Un parco tematico, in continuità rispetto al primo percorso dei Giardini Murati potrebbe ridare lustro al gioiello di famiglia, il castello baronale, ma prima di ogni altra cosa – conclude il comunicato - si provveda con urgenza a bonificare l’intera area e a ristrutturare gli edifici per una nuova destinazione polifunzionale”.

martedì 26 dicembre 2017

On. Cosimo Latronico (DI) su Parco della Magna Grecia


“Un altro passo concreto in vista delle realizzazione del ‘Parco della Magna Grecia’. In occasione della ultima legge di stabilità è  stato integrato il fondo per il sostegno delle azioni di valorizzazione dei beni culturali , archeologici ed ambientali del comprensorio ricadente nella Magna  Grecia con una dotazione  di 500 mila euro che si aggiungono al milione e 200 mila euro già stanziati con il decreto legge Mezzogiorno e messo a bando di recente dal Ministero  dei Beni Culturali”. Lo ha dichiarato l’on. Cosimo Latronico (DI). “Si tratta di risorse aggiuntive prese dal bilancio del Ministero  dell'Economia, per proseguire il consolidamento di un programma di sostegno della progettazione del sistema territoriale della Magna Grecia connesso con il progetto di Matera capitale europea della cultura. Un'altra conferma dell'interesse che l'alleanza della città lucana   e della Magna  Grecia suscita nel Paese  per il valore e la consistenza delle emergenze culturali, archeologiche ed ambientali. Entro il 31 gennaio prossimo gli enti locali potranno candidare al Mibact le proposte  per finanziare una banca di progetti che a loro volta potranno intercettare programmi regionali, nazionali ed europei . Sono certo che i Comuni  della area Metapontina e Matera sapranno cogliere questa importante opportunità – ha concluso Latronico - proseguendo  una alleanza operativa costituita nei mesi scorsi, con l'obiettivo di progettare  un sistema territoriale integrato che abbia l'ambizione di potenziare l'offerta culturale ed estendere le ricadute del dinamismo della Città dei Sassi a tutto il territorio Metapontino”.

Il prof. Serianni ospite della scuola “Giovanni Paolo II”


Il prof. Luca Serianni, ordinario di Storia della lingua italiana nell’Università “La Sapienza” di Roma e dottore honoris causa dell’Università Spagnola di Valladolid, nonché socio nazionale dell’Accademia dei Lincei, della Crusca e dell'Arcadia, è stato l’ospite d’onore, ieri sera, all’istituto comprensivo “Giovanni Paolo II”, presso la sala consiliare del Comune di Policoro.
Il professore ha incontrato gli studenti per discutere di Lingua Italiana e come oggi la modernità l’ha trasformata in un linguaggio plurale e virtuale, da cui trapelano emozioni non reali: una grande lezione di professionalità e di alto respiro culturale.
La serata è stata vivacizzata inizialmente dalle domande dei docenti e degli studenti sull’importanza della Lingua Italiana e successivamente si è dato spazio alla meritocrazia: premi ed elogi agli alunni che si sono distinti nello studio e in concorsi anche fuori regione.
Oltre al linguista e filologo italiano, erano presenti il sindaco della città di Policoro, dott. Enrico Mascia e Il Dirigente dell’Ufficio del MIUR, dott.Nicola Caputo.

La Dirigente Scolastica , la prof.ssa Maria Carmela Stigliano, ha esordito: “Una serata importante per far conoscere agli studenti e ai docenti le diverse sfumature della lingua italiana con uno storico di fama nazionale e per mettere in risalto le eccellenze della nostra scuola al fine di dare uno slancio maggiore ai nostri studenti nei diversi gradi dell’istituto e per stimolarli ad impegnarsi sempre di più nel raggiungere traguardi prestigiosi nello studio e nella vita futura.”

lunedì 25 dicembre 2017

Policoro: il 27 dicembre "C’era una volta in Basilicata"

Si svolgerà il 27 dicembre, dalle ore 21.00, in p.zza Heraclea in Policoro, la 3° edizione di “C’era una volta in Basilicata – Storia ed Identità Lucana: Antichi mestieri organizzata dall’ass.ne culturale Siddharta presieduta da Antonio Orlando, già ideatore di diversi eventi internazionali come Le macchine di Leonardo da Vinci in 3D e la mostra JPII - esposizione di oggetti personali di Giovanni Paolo II in collaborazione con l’Archivio Segreto del Vaticano), ideatore e conduttore del programma televisivo nazionale voxLIBRI.
Lo comunica l'associazione con una nota. L’evento sarà animato dagli artigiani del posto che eseguiranno rigorosamente dal vivo gli antichi mestieri (banditore, ciabattino, cestaio, maniscalco, la prefiche ovvero coloro che piangevano ai funerali, etc..) teso a riscoprire la validità dei processi lavorativi ormai dimenticati.
"Se da un lato - si legge nella nota - c’è la riscoperta dei lavori artigiani (utili per tutti) dall’altro, il carattere antropologico e sociale dell’evento, tende ad arricchire il cartellone degli eventi messi in campo dalla nuova amministrazione comunale in veste delle festività natalizie. Sociale anche da un punto di vista effettivo: quest’anno ad arricchire l’evento ci sarà l’Anffas (associazione di genitori con figli di disabilità intellettiva e relazionale) che delizierà, il palato della piazza, con le Crispelle dell’Anffas. Impressionante le adesioni di pubblico nelle prime due edizioni, e le richieste per questa terza".

Gruppo Avanti Policoro su tassa di soggiorno


"Dopo 3 anni, finalmente il Governo centrale ha sbloccato la possibilità per i Comuni di istituire la Tassa di soggiorno. Uno strumento utilissimo se saputo usare bene. Infatti, gli introiti generati da tale tassa per legge sono destinati ad interventi in tema di turismo, tema che spesso rischia però di essere interpretato in senso molto ampio, sopratutto quando manca una programmazione turistica, ma ancor di più quando manca anche l'assessorato al turismo. Ecco perché, oggi diventa importante strutturare al meglio il regolamento che istituirà la tassa, essere chiari e precisi sull'utilizzo che dev'essere fatto delle risorse, per evitare assalti alla diligenza come spesso avviene". E' quanto afferma con una nota il gruppo civico "Avanti Policoro".
"Noi siamo convinti - prosegue la nota - che la tassa di soggiorno debba essere una fonte di finanziamento esclusiva per le esigenze legate alla zona Lido, introducendo nel regolamento un vincolo di destinazione legato alla manutenzione del lungomare, percorso vita, passerelle, collettivo di salvataggio e gli altri servizi che necessitano di un fonte di finanziamento specifica, ipotizzando anche una suddivisione tra le finalità, ad esempio 70% in manutenzione e 30% in servizi. Coerentemente con questa impostazione, anche i parcheggi a pagamento devono essere implementati con tali vincoli. Questa è la differenza tra "fare" cassa e "strutturare" un settore". "Non solo, la tassa di soggiorno può essere - si legge infine -  anche un importante strumento di cooperazione territoriale, infatti, tra gli obiettivi della Convenzione "Costa del Metapontino" che unisce i comuni costieri ionici lucani, vi è anche il coordinamento delle politiche fiscali in ambito turistico. La tassa di soggiorno, quindi, è un importante tassello programmatico per un territorio che in questi anni ha avviato un percorso di sviluppo nel settore. Armonizzare le tasse di soggiorno è un passo obbligatorio. Il turismo, oggi più che mai, necessita di una seria programmazione che persegua la strada intrapresa in questi anni, strutturando le regole in funzione di un territorio più ampio con il quale si è riconosciuti sul mercato turistico. Anche perché il Metapontino continua ad essere un'area sempre meno interessata dalle politiche regionali. Ecco, dunque, come la cooperazione tra i comuni anche su temi come la tassa di soggiorno, può diventare un momento ulteriore di unione e di programmazione".

domenica 17 dicembre 2017

Policoro, incontro con operatori turistici su imposta di soggiorno

"Il 9 dicembre nella Sala consiliare di Policoro si è svolto un incontro tra l’Amministrazione comunale alla presenza del Sindaco Enrico Mascia, dell’Assessore al Bilancio Giovanni Trifoglio e dei Consiglieri comunali di maggioranza, Patrizia Costanza e Nicola Celano, con gli operatori turistici e le associazioni di categoria del settore. In questa sede l’Assessore al Bilancio ha illustrato la bozza di regolamento sull’imposta di soggiorno che il Comune intende adottare con decorrenza dal prossimo anno e per l’intera durata dell’anno solare”. Lo rende noto la Segreteria del Sindaco precisando che: “L’imposta di soggiorno non riguarda i residenti, ma viene corrisposta dai turisti che alloggiano nelle strutture ricettive esistenti sul territorio comunale. Inoltre, l’utilizzo di tali somme è per legge vincolato al finanziamento di un’ampia serie di interventi in materia di turismo, compresi quelli a sostegno delle strutture ricettive, di manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali e ambientali, nonché dei relativi servizi pubblici. L’incontro – conclude la nota - si è svolto nell’ambito del tavolo permanente, istituito dall’Amministrazione per concertare le attività indirizzate verso l’ottimizzazione delle iniziative nel settore turistico”.

Policoro, il sindaco visita il Centro decontaminazione dell'Asm

Nei giorni scorsi presso il P.O. di Policoro si è svolto un importante incontro tra il sindaco  Enrico Mascia e il Direttore  Sanitario degli ospedali per acuti di Matera e Policoro, Gaetano Annese. Presenti anche il Direttore Amministrativo Rocco Ierone, il consigliere comunale  Tommaso Buono e  Francesco Riccardi Responsabile della Direzione Sanitaria dell’Ospedale. Motivo dell’incontro - si legge in una nota dell'amministrazione comunale di Policoro - è stata la visita al Centro di Decontaminazione, situato al piano terra del nosocomio policorese. Il Centro è stato all’epoca istituito con lo scopo di assistere  coloro che in attività di lavoro presso il Centro Itrec, se feriti e contaminati, devono essere decontaminati prima di avere accesso alle cure del Pronto Soccorso e ai reparti e servizi dell’ospedale. Il Centro è oggetto di periodiche verifiche tecniche per quanto riguarda lo stato complessivo della struttura al fine di mantenerne l’operatività; la formazione e preparazione specifica del personale medico e paramedico è oggetto di aggiornamento periodico. La dotazione di alcuni farmaci specifici per casi di contaminazione è regolarmente ripristinata a seconda delle scadenze. Il dottor Annese sottolinea che la formazione del personale sanitario è costantemente effettuata dall’ASM con il concorso di Sogin e il supporto dell’esperto qualificato dell’ASM. Il Centro  è dotato di un contatore Geiger, in grado di rilevare il livello di contaminazione radioattiva. Il Centro è dotato di  impianti specifici di purificazione e filtraggio dell’aria, da un lavabo oculare, da docce e servizi sanitari  i cui reflui confluiscono in uno scarico dedicato esclusivamente al Centro. Continua l’impegno dell’amministrazione intraprendendo ogni utile iniziativa nei confronti di Enti e Istituzioni per approfondire e acquisire elementi cognitivi in merito alla nota problematica denunciata da Sogin nel 2015.

Policoro, Rosa: assemblea Fdi


“Si è tenuta, a Policoro, l'assemblea cittadina di Fdi”. A darne notizia il capogruppo consiliare di Lb-Fdi, Gianni Rosa. “Dopo il grande successo del congresso nazionale – dice Rosa - riprende l'attività di strutturazione sul territorio per garantire la democrazia e la funzionalità delle articolazioni territoriali del partito. Tra i temi trattati, alcune proposte per il rilancio della città e la preparazione del congresso cittadino per la elezione della dirigenza locale. Fdi nasce dall'esigenza di democrazia, che era assente nel Pdl, e dalla volontà di creare un partito vicino ai problemi reali dei cittadini”. “Siamo la Nazione dei campanili, come ama definirci il nostro presidente Giorgia Meloni. E solo chi vive la quotidianità di quei campanili – continua Rosa - può conoscere i problemi che li affliggono e, dunque, trovare le soluzioni migliori. Per questo, dopo i numerosi tesseramenti del 2017, si è reso necessario convocare i congressi cittadini per il rinnovo delle cariche. Nel nostro partito tutti gli aderenti possono ambire, democraticamente, alle cariche dirigenziali. L'assemblea ha deciso all'unanimità di svolgere il congresso cittadino a gennaio”. “Siamo una comunità di donne e uomini liberi. E la libertà è partecipazione. Per noi – conclude Rosa – è, quindi, imprescindibile che le comunità scelgano i loro rappresentanti per dare voce alle istanze del territorio”.

sabato 9 dicembre 2017

Un sapore 100% italiano: nasce l’aperitivo “Rossini-Candonga®”


Bologna, 4 Dicembre 2017 - Sotto i riflettori di Fico Eataly World a Bologna è stata inaugurata ieri la partnership tra il Consorzio Candonga Fragola Top Quality® e la Casa Vinicola Canella. Le migliori fragole della Basilicata, sapientemente miscelate allo Spumante Brut del Veneto a fermentazione naturale, hanno dato origine alla fresca effervescenza del nuovo “Rossini-Candonga®”, l’aperitivo tutto italiano creato da Canella sull’esperienza di 30 anni di produzione del famoso “Bellini” in bottiglia. A partire da gennaio 2018 verrà distribuito dalle insegne più importanti della GDO, per coprire tutto il territorio. “Un prodotto di vera qualità”, come sottolinea la Dott.ssa Carmela Suriano CEO del Club Candonga, il “Rossini-Candonga®” contiene ben il 30% di polpa di Candonga Fragola Top Quality®, privo di aromi e conservanti aggiunti, senza zucchero e senza glutine e dal ridotto contenuto alcolico ma anche calorico. Pensate, solo 60 kcal. per 100 gr di prodotto! Una vera delizia tutta da gustare!”. “A questo proposito”, aggiunge Lorenzo Canella co-proprietario insieme alle sorelle Nicoletta, Alessandra e Monica della Casa Vinicola Canella, “a partire da marzo 2018 seguirà un fitto calendario di appuntamenti nei punti vendita per la degustazione del prodotto, talvolta abbinato anche alla degustazione della Fragola Candonga Top Quality® per far testare direttamente al consumatore la freschezza e la genuinità di questo prodotto unico e dei suoi ingredienti”. A supportare il lancio dell’aperitivo “Rossini-Candonga®” una campagna di comunicazione prevista sulla televisione generalista Rai con spot da 15” creati ad hoc, corredata da due mesi di Product Placement all’interno delle rubriche a target più importanti della rete. Quest’anno a Capodanno potremo brindare con le bollicine ma aggiungere idealmente la nota dolce della Fragola Candonga Top Quality® per festeggiare l’arrivo del nuovo “Rossini-Candonga®”: un connubio di sapori 100% italiano

SIRP Basilicata: Giuseppe Fagnano è il nuovo segretario regionale.


Presso il Centro Giovanile ‘Padre Minozzi’ di Policoro (MT), alla presenza del Segretario Nazionale dott. Pietro Nigro, si sono riuniti in assemblea gli iscritti alla Società Italiana di Riabilitazione Psicosociale della Basilicata provenienti dall’intero territorio Regionale: Operatori della Salute Mentale delle varie professionalità (Psichiatri, Psicologi, Educatori, Assistenti Sociali e Terapisti della Riabilitazione psichiatrica), appartenenti ai Dipartimenti di Salute Mentale e delle Cooperative Sociali lucane oltre, a giovani professionisti.
Scopo dell’incontro, la costituzione della Sezione Regionale della Basilicata S.I.R.P., importante società Medico scientifica riconosciuta dal Ministero della Salute presente sull’intero territorio Nazionale la quale, essendo parte integrale della Sezione Speciale della S.I.P. (Società Italiana di Psichiatria), promuoverà la riabilitazione personale-sociale delle persone affette da disabilità psicosociali e migliorare la qualità della vita delle stesse e delle rispettive famiglie. Tale finalità è perseguita mediante attività di studio, formazione, diffusione e scambio di conoscenze, di patrocinio, d’incoraggiamento d’iniziative legislative e di politica sanitaria. La Società stabilisce e mantiene rapporti di collaborazione con altre Organizzazioni pubbliche, private e volontarie, a livello regionale, nazionale ed internazionale, per il raggiungimento dei fini sociali.
Il direttivo, eletto dall’assemblea, così composto da Andrea Barra, Maria Angela Carella, Maria Maddalena Chiorazzo, Rossana Ciancia, Katia Di Matteo, Giuseppe Fagnano, Anna Maria Grieco, Domenico Guarino, Giovanni Razza, Katia Di Matteo a Tesoriere Regionale, ha posto fiducia in Giuseppe Fagnano, designandolo quale Coordinatore/Segretario Regionale.

Questa nuova squadra rappresenterà la sintesi, l’integrazione, il coordinamento delle varie esperienze e realtà operanti nel territorio regionale nel campo della salute mentale e della riabilitazione psichiatrica e psicosociale. Inoltre si propone di dare visibilità e attestazione scientifica alle ‘buone pratiche’ che da oltre trenta anni in Basilicata caratterizzano il lavoro di centinaia di operatori che hanno contribuito a dare ‘voce’ e diritto di cittadinanza a tanti cittadini esclusi ed emarginati. Saprà essere da supporto e consulenza tecnica/scientifica alle Istituzioni e agli Enti chiamati a legiferare in materia di assistenza e riabilitazione psichiatrica e psicosociale”.

Pd: Polese ha vinto con il 73,1%


Domenica 3 dicembre sono stati 55.216 i votanti alle primarie per l'elezione del nuovo segretario regionale della Basilicata del Pd che hanno segnato la netta vittoria del renziano Mario Polese. Il 35enne potentino, eletto consigliere regionale nel 2013, ha ottenuto il 73,1% dei voti, contro il 17,1% di Vittoria Purtusiello (candidata della corrente Emiliano) e il 9,7% di Vito Santarsiero (un altro consigliere regionale renziano che si era però detto "fuori da logiche di correnti"). I dati ufficiali sono stati resi noti in serata.
Fonte Ansa

Sequestrati addobbi natalizi non sicuri

Circa undicimila prodotti non sicuri di fabbricazione cinese, tra cui diversi addobbi natalizi, sono stati sequestrati in un magazzino di Nova Siri (Matera) dalla Compagnia di Policoro (Matera) della Guardia di Finanza. In particolare, sono stati sequestrati 221 giocattoli, 313 addobbi natalizi (catene e sfere luminose, fari e led), 25 occhiali da sole e 10.258 articoli di bigiotteria (anelli, bracciali, piercing, ombretti, unghia finte e accessori per la bellezza).

Fonte Ansa

WORLD OF COLORS AD AMATRICE


POLICORO - L’Associazione World of Colors onlus anche quest’anno continua la sua opera di solidarietà e beneficenza finanziando un progetto di cardio-protezionedenominato “Un battito per Amatrice”. Con il tale iniziativa saranno dotate di defibrillatori le aree che ospitano le soluzioni abitative provvisorie (cosiddette casette) di quella parte del Lazio così duramente colpita dal sisma nel 2016. Una delegazione dell’associazione in data 1 dicembre unitamente a Don Michele Ciliberti, responsabile nazionale dei Centri Padre Minozzi, e di Paolo Del Vecchio, noto conduttore televisivo, si sono recati in Amatrice dove sono stati ricevuti dal sindaco Sergio Pirozzi. L’incontro giunto a conclusione di una serie di contatti e collaborazioni già avviate e che ora si stanno concretizzando, ha portato alla stipula di un protocollo d’intesa tra il comune e la onlus. Il progetto “World of Colors 2017” si articola in tante iniziative svolte in collaborazione con le istituzioni, le scuole e le associazioni locali. Tra le tante, il 27 ottobre è stata eseguita una prima raccolta fondi attraverso una serata di gala presso la Sala ricevimenti il Sigillo di Marconia. Il progetto si concluderà il 7 dicembre a Policoro, alla presenza del sindaco della cittadina laziale devastata dal sisma. La serata conclusiva si svolgerà presso la struttura Polivalente Palaercole con inizio dalle ore 20,30. Allo spettacolo, condotto da Francesca Rodolfo (giornalista di Tele Norba) e dal noto cabarettista lucano Dino Paradiso, si esibiranno numerosi artisti di fama nazionale ed internazionale quali Eugenio Bennato, Grazia Di Michele, Amara,Pino Campagna, oltre al vincitore del Premio Martini 2017 Simone Cocciglia e gli artisti di origine lucana Mauro Tummolo e Maria Teresa Laurita.

La sera dell’evento, al sindaco Sergio Pirozzi saranno consegnati il “Premio World of Colors 2017” e i defibrillatori che l’Associazione sarà riuscita ad acquistare con la campagna di sensibilizzazione.

Policoro, Comune su acquisizione proprietà biblioteca


POLICORO - "Piazza Eraclea è il cuore della nostra comunità nella quale si sono intrecciate le  storie di tutti, sia personali che collettive. Da oggi questa Piazza appartiene ancora di più ai Policoresi e alla nostra Città perché  la Regione Basilicata con il decreto n.1138 del 3/11/2017 ha approvato il trasferimento a titolo gratuito al Comune di Policoro della piena e assoluta proprietà della Biblioteca Comunale e del Caffè Letterario, che si trovavano nel patrimonio immobiliare della Regione". Lo rende noto, con un comunicato stampa, l'amministrazione comunale di Policoro. "Con questo atto importantissimo - continua la nota - arriva finalmente a conclusione un iter lungo anni e che sancisce finalmente la titolarità piena del nostro Comune su un luogo storico e fondamentale per la crescita e lo sviluppo culturale e sociale della comunità, come la Biblioteca Comunale e l’annesso locale oggi adibito a Caffè Letterario. Il Comune di Policoro si appropria finalmente del suo luogo del sapere, dello scambio culturale, dello studio e della riflessione. Senza dubbio un evento memorabile che segna in positivo un processo di crescita e maturazione della nostra Città.
Un passaggio fondamentale, fortemente voluto dall’Amministrazione Mascia, che contribuisce ad affermare il senso di appartenenza alla nostra pur giovane comunità e che  sarà essenziale per una migliore e più funzionale programmazione degli eventi e delle iniziative da intraprendere".

domenica 3 dicembre 2017

La festa del fumetto a Policoro

POLICORO - Sabato 2 dicembre alle ore 9,30 presso il Cinema “Hollywood” di Policoro si è svolta la sesta edizione di Balloon, la festa del fumetto e della letteratura per ragazzi, organizzata dall’Associazione “Ali”.
Al centro della manifestazione di quest’anno è la presentazione del progetto “Magna Grecia 2.0 – Storia e tecnologia per una scuola creativa e innovativa”, realizzato in collaborazione con gli Istituti Comprensivi “Giovanni Paolo II” e “Lorenzo Milani” di Policoro e l’Istituto Comprensivo “Fabrizio De Andrè” di Scanzano J.co. L’obiettivo principale del progetto, finanziato dalla Regione Basilicata attraverso l’Avviso pubblico “Integrazione, Creatività e Innovazione”, è la valorizzazione del patrimonio storico-culturale della costa jonica lucana attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie e metodologie didattiche in grado di favorire i processi di apprendimento degli alunni. Durante la giornata verranno, infatti, presentati i lavori (video, immagini, disegni, fumetti e illustrazioni) dei bambini coinvolti, confluiti tutti nel portale web “Magna Grecia 2.0”, un vero e proprio racconto interattivo avente come oggetto la vita delle colonie di Siris-Heraclea (Herakleia) e Metaponto, con la riproposizione in forma originale e creativa degli spaccati del quotidiano, dei personaggi storici e mitici connotativi, delle tradizioni e dei luoghi del mondo antico. Ospite di questa edizione anche la fumettista policorese Dominga Tammone che presenterà la sua ultima opera “L’orso sulla Luna” (Edizioni Effegi), la storia di una bimba cresciuta in compagnia della sua grande passione per il disegno che scopre la bellezza di vedere realizzati i propri desideri. Saranno presenti, infine, autorità locali, esperti di storia, archeologia, didattica, sociologia dei processi culturali, i Dirigenti scolastici degli istituti coinvolti e i rappresentanti dei partner dell’iniziativa (Pro Loco del Comune di Scanzano Jonico, Cooperativa Hera, Enfor – Ente di formazione e Ricerca – Cored società cooperativa).

venerdì 1 dicembre 2017

A Tursi e Policoro II edizione campionato nazionale Orienteering

La Basilicata jonica è stata al centro di una importante manifestazione rappresentata dalla seconda edizione del Campionato Nazionale di Orienteering dei Licei Sportivi, organizzato dalla RE.NA.LISS (Retre nazionale dei Licei Sportivi) e gestito tecnicamente - spiegano gli organizzatori in una nota -  dalle società sportive del Circolo Velico lucano (Centro Tecnico Federale della Federazione Italiana Sport Orientamento), Circolo Velambiente, SOS Sport Orienteering School e Club Athena Melfi in uno scenario pregno di storia dove sorse i primi insediamenti della Magna Grecia. Vi hanno partecipato 400 allievi di 15 Licei Sportivi abbracciando con queste presenze la rappresentatività di tutte le regioni italiane. A Policoro nel suggestivo scenario naturale del Bosco Pantano che si offre per questo tipo di manifestazione (Circolo Velico Lucano) e Tursi dove le esercitazioni hanno interessato il centro storico.  Nelle intenzioni degli organizzatori - prosegue il comunicato -  l’obiettivo è quello di “riuscire a coniugare l’esaltazione delle attrattive di un territorio con la peculiarità che contraddistinguono l’Orienteering, autentica disciplina sportiva che favorisce lo sviluppo turistico promuovendo il territorio. Va detto che le attività riuniscono e combinano una serie di importanti valori sportivi, educativi, formativi, ambientali e culturali e spunti di interdisciplinarietà con materie scolastiche. Ma in cosa consiste praticamente? Definito anche “lo sport dei boschi”, considerato un’attività sportiva outdoor, l’orientereering è “finalizzato all’esplorazione di spazi geografici sconosciuti con l’ausilio di due strumenti basilari: la mappa e la bussola” e vince”chi impiega il minor tempo” ma premia soprattutto “chi è in grado di orientarsi più rapidamente e di fare le scelte di percorso migliori”.
La manifestazione ha rappresentato –sottolineano gli organizzatori- un’occasione “di riflessione per le scuole di lavorare (anche in reti) per la realizzazione di specifici percorsi didattici tesi a creare nuove figure professionali dotate di regolare brevetto, come previsto dalla normativa dei Licei Scientifici Sportivi”.

sabato 25 novembre 2017

Poli innovativi per l’infanzia, approvata graduatoria


La Giunta regionale ha approvato la graduatoria relativa al bando “Inail – Poli innovativi per l’infanzia”. Lo rende noto l’assessore regionale alle Attività produttive, Roberto Cifarelli. A risultare primo in graduatoria è il Comune di Policoro che ha richiesto un investimento di 2 milioni e 100 mila euro per la realizzazione di un centro per l’infanzia. L’utilizzo delle risorse è vincolato alla costruzione di nuova scuola in un’area nella piena disponibilità. Tra i criteri: dimensioni di area conformi; ampiezza del bacino territoriale di riferimento; disponibilità di un servizio di trasporto; coinvolgimento del territorio; progetto didattico connesso alla costituzione del polo d’infanzia; livello di innovazione didattica che si intende promuovere nella nuova scuola; congruità del costo stimato ed ulteriori criteri definiti a livello regionale sulla base delle specificità territoriali. Il provvedimento regionale verrà trasmesso al Miur che dovrà verificare la finanziabilità degli interventi e, così come previsto da decreto ministeriale, dovrà indire uno specifico concorso a procedura aperta avente ad oggetto il progetto selezionato dalla Regione.

Surroga nel nucleo di valutazione interno




POLICORO - Il sindaco di Policoro, Enrico Mascia (centro sinistra), dopo le dimissioni di Tonia Sollazzo e Rossella Lopatriello dal nucleo di valutazione interno del Comune, ha provveduto alla loro surroga con la nomina di Nicola Forestiere (avvocato) e Leonardo Viggiani (commercialista)

#PolicoroHerakleia2022: su Itrec Trisaia verità e operatività



 “Policoro si è tenuto un importante consiglio comunale aperto alla cittadinanza, enti ed associazioni che si occupano di ambiente, da noi opposizione fortemente voluto ed a gran voce richiesto durante il precedente consiglio del 28 settembre e poi formalizzato con nostra nota del 5 ottobre”. Lo afferma, in un comunicato stampa, la coalizione civica #PolicoroHerakleia2022.
“Al di là della soddisfazione, relativa, per avere per la prima volta acceso i riflettori delle istituzioni locali sulle attività in corso all’ITREC (ENEA) della Trisaia, abbiamo finalmente ascoltato i soggetti interessati (ENEA, Sogin, Ispra, ARPAB, Asm, Regione, associazioni etc.), abbiamo appreso e discusso dei tanti episodi di inquinamento che si sono registrati nei decenni e sottolineato la necessità di porvi definitivamente rimedio. Si è deliberato, all’unanimità, un testo fortemente voluto da tutta l’opposizione e condiviso – si legge ancora nel comunicato - dall’intera assise comunale, tanto da aver dovuto superare posizioni di sufficienza e di superficialità, che impegna la giunta ed il sindaco ad esercitare un controllo costante ed autonomo fino al termine delle operazioni di bonifica del sito (utilizzando i fondi di compensazione ambientale) ed anche oltre, se necessario, e ad aggiornare costantemente i cittadini sui risultati accertati anche mediante l’istituzione di un tavolo permanente con i comuni vicini e la provincia. Tutto questo perché siamo stanchi di restare inermi di fronte a fenomeni gravi che mettono a rischio la nostra salute e la nostra vita, davanti ai quali di certo non dobbiamo fare allarmismo ma neanche continuare a far finta di niente per compiacere una classe politica sorda e lontana dal nostro territorio. Noi continuiamo a pensare che il consiglio comunale, a prescindere da chi ne fa parte, sia un organo fondamentale per la vita della città e per la democrazia e non, come qualche membro purtroppo ritiene, una fabbrica di barzellette. Chi ritiene questo farebbe bene ad andare a ripetizione di “democrazia” e “partecipazione”.
Le nostre richieste di istituire un registro tumori, di fare indagini epidemiologiche, di monitorare lo stato dei terreni, delle acque e delle falde, a valle e fino al mare, come suggerito anche dal responsabile ARPAB, di eseguire controlli sulla realizzazione del deposito per lo stoccaggio “provvisorio”, di rendere pubblico il piano di emergenza, sono molto ma molto serie.
I cittadini devono sapere, il tutto va pubblicato sul sito della Prefettura e i risultati del monitoraggio indipendente del nostro territorio vanno inseriti nel Piano di Protezione civile comunale. Pretendiamo che esperti indipendenti e lontani dagli aggregati politici o para politici lavorino nell’interesse delle nostre comunità rappresentate. Esigiamo infine che tutte le decisioni tecniche siano prese con la priorità di tutelare la salute dei cittadini, indipendentemente dal costo delle operazioni e che si adottino linee guida per i servizi anche veterinari delle AASSLL in caso di emergenza nucleare e radiologica. Vogliamo una risposta sanitaria alle emergenze radiologiche e nucleari che non si limiti alla apposizione di un cartello davanti a una stanza dell’ospedale ma si concretizzi nella presenza di personale qualificato e nella realizzazione di un ambiente in totale sicurezza e dotato di mezzi idonei. Condividiamo, infine, la proposta di Valutazione Incidenza Sanitaria. In assenza di quanto richiesto da associazioni ambientaliste e forze politiche realmente attente alla salute pubblica, il consiglio comunale aperto risulterebbe un evento, una passerella o uno sfogatoio inutile e dannoso. E considerando il tema, a noi tutto questo non piace... e non ci fa ridere per niente”.

Torna la festa dell’albero di Lagambiente


POLICORO - Torna, come ogni anno, la FESTA dell'ALBERO  per dare bellezza ai luoghi degradati dall’incuria dell’uomo. In continuità con il lavoro iniziato l'anno scorso, i ragazzi della scuola primaria dell'IC2 "Giovanni Paolo II" di Policoro continueranno a piantare alberi nella zona castello, sostituiranno le piantine secche con quelle nuove e ne aggiungeranno altre per rendere il posto più bello e più verde. A fine settembre, in occasione di PULIAMO il MONDO, questi piccoli volontari, avevano già ripulito questa zona dai rifiuti, mentre, il 21 novembre, dalle ore 9:30 in poi, metteranno a dimora tanti alberelli , grazie alla Provincia di Matera che ci fornirà le piante e alla collaborazione con il Consorzio di Bradano-Metaponto e il Comune di Policoro per la disponibilità della mano d’opera per la piantumazione. Insomma, una vera e propria adozione di questo luogo per educare i ragazzi alla cura del territorio, non a caso, i ragazzi sono stati impegnati  nei giorni precedenti in attività relative al progetto TAKING  CARE , progetto di Legambiente in Basilicata  in cui sono coinvolti i circoli lucani per aiutare le giovani generazioni all’attenzione per l’ambiente . E, non solo, un ringraziamento speciale lo facciamo con piacere ad alcuni abitanti  del borgo castello che, durante l'estate, hanno innaffiato le piante e se oggi esse sono in vita lo dobbiamo soprattutto a loro perchè hanno preso in cura gli alberi piantati dai ragazzi l'anno scorso. Il 21 novembre è una data che il Circolo Legambiente di Policoro continua a ricordare da anni a tutte le scuole di Policoro, infatti, anche altre scuole riceveranno domani mattina degli alberi , al fine di non dimenticare l'importanza e  il valore degli alberi per la nostra vita e quella del pianeta che ci ospita con affanno da miliardi di anni e, quest’anno, a livello nazionale, in occasione di questa festa, ricorderemo i tanti alberi bruciati negli incendi.